"Per la sicurezza di utenti e operatori, in estensione alle disposizioni del Ministero della Salute, rimane l’obbligo della protezione con mascherina all'interno della Struttura, fino al 31 dicembre 2022"

La Corte di Carcare ospita 15 minori in età adolescenziale e giovanile (più specificatamente tra i 14 e i 18 anni), affetti da gravi Disturbi Comportamentali in fase subacuta, correlati a Patologie Psichiatriche dell’età evolutiva e dell’adolescenza. Punto di forza della struttura è la gruppalità, composta dall’insieme di tutti gli operatori, che diviene il fondamento principale del lavoro terapeutico-riabilitativo e della funzione terapeutica in ambito residenziale.

La Corte di Carcare La Corte di Carcare Carcare (SV)

Il percorso terpaueitco strutturato dall’equipe multidisciplinare prevede:

  • il contenimento degli agiti e delle trasgressioni, la mediazione con l’ambiente esterno comprensivo della famiglia, del territorio, della società
  • la promozione del senso di appartenenza alla nuova situazione abitativa e quindi un maggior senso della propria identità
  • l’accompagnamento del paziente nella vita quotidiana ed esterna alla struttura. I familiari partecipano ad incontri di gruppo a cadenza mensile con i responsabili della struttura ed incontrano individualmente i referenti di ciascun ospite, ogni volta che le circostanze lo richiedono.

La comunità cura inoltre gli inserimenti scolastici e/o lavorativi dei propri ospiti, collaborando attivamente con gli insegnanti e le cooperative sociali.
La Corte Carcare di è in grado di accogliere anche minori con provvedimenti penali a carico, che abbiano come indicazione la permanenza in comunità terapeutica come pena alternativa al carcere minorile.

Patologie

La Corte di Carcare è specializzata nella presa in carico di pazienti affetti da diverse patologie. In particolare sono trattate:

Interventi Terapeutici

Modalità d'intervento

Ricovero in Comunità per un periodo variabile fra i sei mesi e i tre anni.

Come Accedere

La segnalazione e l’invio del giovane paziente avvengono principalmente tramite il Servizio Sanitario.
La richiesta di accesso deve essere mediata da un invio formale dell’Asl di competenza territoriale e dai servizi sociali e di tutela minori nel caso si tratti di minori con provvedimenti penali l'invio può essere richiesto dal dipartimento di giustizia minorile. I servizi invianti sono invitati a visitare la struttura prima dell'inserimento.
Data l'importanza fondamentale della prima fase di inserimento, il giorno in cui avviene un nuovo ingresso sono sempre presenti il direttore sanitario e la coordinatrice al fine di garantire al nuovo ospite, alla famiglia e agli operatori dei servizi che accompagnano il minore, un'adeguata accoglienza che possa gettare le basi per un lavoro terapeutico significativo.

L'Equipe Multidisciplinare

I pazienti vengono presi in carico, sia in fase acuta che in fase di riabilitazione, da un team multidisciplinare che unisce diverse professionalità. Il team comprende:

Il dialogo ed il confronto tra questi professionisti e la condivisione di esperienze a livello medico scientifico, rendono altamente qualificata la nostra offerta riabilitativa, con percorsi terapeutici e assistenziali specialistici ed innovativi.

La struttura

I locali della struttura sono di ampio respiro, concepiti e arredati in modo funzionale ed accogliente, al fine di rendere meno asettici possibili sia negli spazi comuni sia i locali dove vengono effettuate le attività.
Le camere sono tutte dotate di servizi privati, televisione, wifi, e possono essere singole o doppie.
La struttura vanta di un piacevole spazio esterno che, quando il clima lo rende possibile, viene attrezzato in modo da consentire agli ospiti di svolgere attività ludico-ricreative all’aperto.

Contatti

  • -
  • Tel.:
  • Email:
  • Direttore Sanitario: Daniele Gennaro
  • Direttore di Comunità: Milena Meistro
  • Coordinatrice di Comunità: Marianna Dotta