Si parla di psicosi in riferimento a quei disturbi che alterano le funzioni mentali, ovvero perdita del rapporto con la realtà e disturbi del pensiero come confusione, false convinzioni, deliri e allucinazioni.

Chi soffre di un episodio psicotico per la prima volta non si rende conto di quello che gli sta accadendo.
La psicosi si manifesta in modo diverso da un individuo all'altro e può assumere diverse forme ed essere causata da vari fattori.
I disturbi psicotici possono essere provocati da dipendenze da sostanze come droga o alcol, oppure possono verificarsi a seguito di una lesione cerebrale o di una malattia fisica che incide sulla funzione cerebrale.
Manifestazioni psicotiche sono associate anche alla schizofrenia, al disturbo bipolare, alla depressione.

Se i primi segni sono vaghi e poco visibili, nella fase acuta i sintomi diventano più evidenti (allucinazioni, illusioni o confusione delle funzioni mentali).
Un individuo con disturbo psicotico in fase acuta ha bisogno di sostegno: è importante supportarlo e rasserenarlo, spiegandogli che è possibile individuare una strada per uscirne.
Il percorso psicologico terapeutico in questi casi fornirà i mezzi per la comprensione della malattia, gli strumenti per gestire lo stress ed evitare l’insorgenza di nuovi episodi.

L’approccio farmacologico è importante nella cura della psicosi, associato ad altri trattamenti che hanno un ruolo fondamentale nella guarigione e nella prevenzione di recidive.
La terapia psicologica (individuale o di gruppo) completa il percorso di cura.

I nostri Centri ai quali rivolgersi